mercoledì 15 febbraio 2017

Favorire le start-up innovative in rapporto con le Università. E’ questa la strada del rinnovamento che si traduce in ricchezza.


Un contributo importante per evitare la fuga dall’Italia dei “nostri cervelli” che quotidianamente emigrano all’ estero per avere maggiori opportunità economiche e di prestigio che i paesi europei e mondiali offrono ai ricercatori. 

E’ l’obiettivo della proposta di legge da me presentata che reca disposizioni per favorire la costituzione di start-up innovative in rapporto con le nostre università che così assumerebbero un ruolo strategico aumentando il potenziale innovativo di un territorio. Tutto ciò costituisce un importante collegamento pubblico-privato per sviluppare piccole imprese inedite nei settori della tecnologia avanzata che può diventare uno dei settori trainanti della nostra economia. I nostri ricercatori che sono apprezzati in tutto il mondo molte volte vanno a svolgere la loro attività all’estero confermando la loro preparazione spogliando così il nostro Paese di risorse importanti e prestigiose.
La proposta di legge prevede quindi l’istituzione di un Fondo economico presso il Ministero dell’ istruzione dell’ università e della ricerca che permette il finanziamento di start up innovative formate sia da giovani laureati che da ricercatori o professori universitari che vogliano impegnarsi ed intraprendere la loro attività in settori economici di alta tecnologia. Il Ministero, pertanto, fornisce ai giovani il supporto economico e tecnico per realizzare gli obiettivi. E’ necessario, infatti, che anche nel nostro Paese avvenga un collegamento tra università (settore ricerca) ed i giovani laureati che vogliano intraprendere una libera attività privata apportando le loro conoscenze e le loro attitudini in piccole aziende all’avanguardia in settori come quelli delle conoscenze scientifiche e tecnologiche. Questa proposta di legge vuole quindi offrire un contributo al dibattito sulla ricerca del nostro Paese che difetta non per la qualità del “ materiale umano”, ma per la quantità delle risorse che le vengono assegnate. Pertanto attraverso le risorse previste da questo progetto di legge e attraverso le opere di consulenza tecnica offerte dalle università e dalla cabina di regia si potranno sviluppare quelle nuove “ idee” di impresa che tanto hanno funzionato nei paesi esteri.

Nessun commento:

Posta un commento