mercoledì 21 giugno 2017

Parco nazionale degli iblei, volano di sviluppo per le zone interessate; accolto odg al provvedimento “aree protette”.



Istituzione parco degli iblei ferma al palo. Parere favorevole al mio odg presentato al progetto di legge sulle “aree protette” in discussione alla Camera dei Deputati. 

Ho sollecitato il Governo ad avviare, per le sue competenze, azioni per l’istituzione del parco degli iblei al momento bloccata per non note ragioni a distanza di circa 6 anni dall’invio di dettagliate proposte sia al Ministero che alla Regione. L’articolo 26, comma 4-septies della legge n° 222 del 2007 prevedeva l’istituzione di 4 parchi nazionali in Sicilia tra cui il Parco di Pantelleria costituito nel 2016 e quello degli Iblei, rimasto fermo senza nessuna giustificazione ufficiale. La Corte Costituzionale, tra l’altro, con la sentenza n° 12 del 2009 ha stabilito che la competenza per l’ istituzione di Parchi nazionali è dello Stato. Ciò vale con riferimento anche per le Regioni a statuto speciale. Per questi motivi mi sono rivolto al Governo nazionale per comprendere ed avere chiarimenti sui motivi per cui al momento è tutto apparentemente bloccato (al Ministero). Oltre all’odg ho sollecitato il Ministro dell’Ambiente, Galletti, per un incontro con una una ristretta delegazione di rappresentanti promotori del Parco Nazionale degli Iblei per verificare tutto l’iter. L’istituzione del Parco degli Iblei rappresenterebbe un enorme volano di sviluppo per un territorio particolarmente importante per la Sicilia, con la possibilità di implementare il turismo e l’ occupazione dell’ intera isola oltre al fatto che rappresenterebbe una grande risorsa aggiunta per il rilancio economico siciliano.

Nessun commento:

Posta un commento