lunedì 25 settembre 2017

Sicurezza edifici scolastici. Potenziare i controlli sull’azione degli enti locali che non rispettano tempi e modalità di intervento

È di poche settimana fa la notizia stampa riguardante la scarsa sicurezza degli edifici scolastici siciliani: calcinacci che cadono, strutture inadeguate, esterni degli edifici non sicuri; in particolare modo, a quattro giorni dall’inizio dell’anno scolastico, era già possibile stilare un elenco di incidenti occorsi dentro le scuole, per fortuna senza conseguenza serie e vittime.

Lo studio in questione mostra la situazione della sicurezza degli edifici scolastici in tutta la Regione siciliana affermando che ci sono forti criticità: il 75% circa degli edifici non è stato progettato e neanche adeguato alle norme antisismiche e molti tra questi non hanno il certificato di conformità; un terzo degli istituti sono stati costruiti in un periodo precedente alla emanazione della normativa in materia di sicurezza antisismica; il 90% non ha certificato antincendio e in almeno un decimo si rileva una forte presenza di amianto. In Sicilia, peraltro, si segnalano anche edifici chiusi da anni perché sospetti di essere stati costruiti con cemento depotenziato.

A questa situazione strettamente connessa all’aspetto della sicurezza strutturale degli edifici, si aggiunge spesso anche una condizione di degrado delle strutture interne o delle aree esterne alle scuole che necessitano di costante manutenzione; situazione dovuta spesso alla vetustà degli edifici alla quale si aggiunge anche la carenza di interventi tesi all’abbattimento delle barriere architettoniche.

Tante criticità che devono essere affrontate fin da subito.

Per questi motivi ho chiesto al Ministro dell’istruzione di intervenire urgentemente affinché vengano effettuate in ogni edificio scolastico, nel più breve tempo possibile,  tutte le verifiche tecniche atte a controllare le condizioni degli edifici ai fini della loro utilizzabilità, in una regione come quella siciliana notoriamente caratterizzata da un forte rischio sismico. Ho chiesto al Ministro, inoltre, di potenziare i controlli sull’azione degli enti locali in materia di rispetto di tempi e di tipologie di interventi di adeguamento e messa in sicurezza degli edifici adibiti a servizio scolastico.

Gli istituti scolastici sono i luoghi in cui studenti e operatori trascorrono buona parte della giornata e per una parte consistente dell’anno e dovrebbero rappresentare luoghi di sicurezza e affidabilità sia per coloro che vi svolgono quotidianamente la propria attività che per i genitori che affidano alla scuola i propri figli.

Nessun commento:

Posta un commento