lunedì 9 ottobre 2017

Immigrazione, Minniti passi dalle parole ai fatti

Doverosa la scelta del Ministro dell’Interno Marco Minniti di ricevere il sindaco della città di Pozzallo, Roberto Ammatuna,  per discutere della grave e insostenibile situazione degli sbarchi che ha fatto di Pozzallo il territorio più martoriato d’Italia per un fenomeno divenuto incontrollabile.

Sono a fianco del primo cittadino nel combattere questa emergenza ma è dovere del Ministro dell’Interno affrontarla non solo con la semplice interlocuzione ma con atti concreti, dalle parole si passi ai fatti. Sono rimasti inascoltati innumerevoli mie proposte e iniziative parlamentari riguardo la sicurezza per gli  operatori e i cittadini, c’è paura anche per  possibili infiltrazioni  jihadiste.


Per non  parlare della metamorfosi dei nostri splendidi centri storici la maggior parte dei quali sono diventati  quartieri ghetto, fattore, anche questo, che mette a repentaglio la sicurezza pubblica;     l’emergenza sanitaria poi dev’essere affrontata in modo serio una volta per tutte, non si può mettere a repentaglio la salute delle persone ed in particolare di quanti sono direttamente a contatto con i migranti, forze dell’ordine, volontari e sanitari, per questo motivo ho anche presentato una proposta di legge per l’istituzione di presidi sanitari specializzati soprattutto presso i porti dell’ Isola (Pozzallo e Augusta) dove ogni giorno crescono in modo esponenziale gli sbarchi di migranti; a tutto ciò va aggiunta anche la delicatissima questione dei minori stranieri non accompagnati.   

Per non parlare delle mie continue di richieste di intervento per salvaguardare l’immagine della città di Pozzallo, penalizzata in questi ultimi anni dal punto di vista turistico con gravi conseguenze per l’economia cittadina e del comprensorio.

I problemi sono tanti e tali che per risolverli è necessaria  un’azione mirata di interventi risolutivi  prima che dall’emergenza sociale si passi alla rivoluzione sociale perché i cittadini sono stanchi e non hanno più intenzione di subire decisioni sulla propria pelle.

Quindi il Ministro Minniti passi dalle parole ai fatti,  non abbiamo bisogno di conforto ma di risposte concrete!

Nessun commento:

Posta un commento