Giovedì, 17 Gennaio 2019 - 15:53

L’ educazione alimentare diventi materia di studio nelle scuole di ogni ordine e grado.

Le rilevazioni effettuate in questi ultimi anni sulle problematiche giovanili legate alle cattive abitudini alimentari fanno emergere nel nostro paese un quadro disastroso con numeri sempre in aumento.

La famiglia in questo senso ha un ruolo fondamentale come è importante quello affidato alla scuola: sin da piccoli, infatti, si dovrebbe studiare a scuola in modo da comprendere gli alimenti, le caratteristiche nutrizionali e perché sono importanti per la salute.

A questo va aggiunta la necessità di regole precise rispetto ai cibi venduti a scuola e a quelli contenuti nei distributori automatici. 
Siamo stati tutti studenti e adolescenti e l’eccezione sul consumo di alimenti prelibati ma “poco sani” va bene e ci vuole purché non diventi la regola…

Ho presentato una proposta di legge per introdurre l’educazione alimentare nelle scuole di ogni ordine e grado a partire dalla scuola materna fino ai corsi di laurea ad indirizzo scientifico e tecnico orientati alla produzione e nutrizione animale, umana e vegetale come Agraria, Biologia, Farmacia, Medicina, Veterinaria ed in tutti i corsi professionalizzati e abilitanti alla somministrazione di alimenti e bevande favorendo, soprattutto nelle mense, il consumo consapevole dei prodotti ortofrutticoli certificati quali Biologici, Igp e Dop.

È un fattore di prevenzione rispetto a tutte le patologie causate da stili di vita poco sani e da una cattiva alimentazione.

La scuola e il mondo della formazione devono assumere, con il supporto di professionisti specializzati, un ruolo centrale per un’azione informativa e formativa completa e precoce sulla materia.

#andiamoavanti #educazionealimentare #cibosanoascuola#prevenzione #pertuttinino

Parla con me

Nome e cognome(*)
Inserire nome e cognome

La tua email(*)
Inserire email

Oggetto(*)
Inserire l'oggetto della richiesta

Messaggio(*)
Inserire un messaggio

ReCaptcha
Verifica antispam obbligatoria

Presa visione dell'informativa sulla privacy, in merito al trattamento dei dati personali, consultabile a questo link:
Presa visione dell'informativa sulla privacy, in merito al trattamento dei dati personali, consultabile a questo link:
relativamente al punto 1.1 (Obbligatorio)(*)
E' obbligatorio prestare il consenso per inviare il messaggio

relativamente al punto 1.2 (Non obbligatorio)
Valore non valido