Giovedì, 03 Ottobre 2019 - 16:04

Dagli istituti professionali reali opportunità di lavoro

C’è una porzione della scuola italiana che funziona piuttosto bene, è l’istruzione tecnica e professionale.

Secondo un rapporto dell’Ocse il 68% dei 25-34enni con una qualifica tecnico-professionale ha un impiego. Eppure al momento della scelta della scuola secondaria questi dati non vengono pubblicizzati: il nuovo anno iniziato da circa un mese e la percentuale di iscritti agli istituti tecnici si conferma al 31% del totale nei neo-ingressi; si scende al 14,4% tra i professionali. Tra i motivi alla base del mancato decollo dell’istruzione tecnica ci sono nodi di sistema, come il poco orientamento in uscita dalle scuole medie, la scarsa pratica laboratoriale, e di recente, l’alternanza scuola-lavoro dimezzata.

A ciò si aggiungano due questioni che riguardano direttamente il mondo delle imprese: gli apprendistati duali sono pressoché impossibili, e mancano partnership strutturate tra scuole e imprese. L’istruzione tecnico-professionale si conferma una formazione di livello, e, sempre secondo l’Ocse, rappresenta «un percorso efficace per l’ingresso nel mondo del lavoro». E’ necessario implementare i progetti di orientamento scolastico per gli studenti indirizzandoli verso questa tipologia di scuola che offre maggiori possibilità di inserimento nel mondo del lavoro.

Per questo ho chiesto ai Ministri della PI e del Lavoro di avviare azioni per finanziare progetti per qualificare l'offerta formativa degli istituti tecnici e professionali, allo scopo di migliorarne l'aderenza alle necessità del mercato del lavoro e di potenziare le ore di alternanza scuola-lavoro con iniziative di confronto con le aziende del territorio per capire quali siano le possibilità che offre il mercato del lavoro e per quali profili professionali.

L'obiettivo finale è favorire negli studenti l'acquisizione di competenze sia tecniche che trasversali, così da facilitare il loro successivo inserimento nel mondo del lavoro, oltre a promuove un ampio utilizzo della didattica laboratoriale quale metodologia di apprendimento efficace anche sotto il profilo del contrasto alla dispersione scolastica, ancora molto elevata negli istituti scolastici.

Parla con me

Nome e cognome(*)
Inserire nome e cognome

La tua email(*)
Inserire email

Oggetto(*)
Inserire l'oggetto della richiesta

Messaggio(*)
Inserire un messaggio

ReCaptcha
Verifica antispam obbligatoria

Presa visione dell'informativa sulla privacy, in merito al trattamento dei dati personali, consultabile a questo link:
Presa visione dell'informativa sulla privacy, in merito al trattamento dei dati personali, consultabile a questo link:
relativamente al punto 1.1 (Obbligatorio)(*)
E' obbligatorio prestare il consenso per inviare il messaggio

relativamente al punto 1.2 (Non obbligatorio)
Valore non valido