Venerdì, 04 Ottobre 2019 - 14:27

Dazi anche sugli agrumi, un'ingiustizia per l’economia siciliana

Anche gli agrumi siciliani sono finiti nel mirino degli Stati Uniti, una situazione che rischia di compromettere oltremodo l’economia siciliana.

L’agrumicoltura  che è  l’eccellenza isolana rischia così di subire l’ennesimo duro colpo. Si mette a repentaglio un comparto che combatte quotidianamente per superare  enormi difficoltà dovute a diversi fattori.

La tassazione americana sugli agrumi, inoltre, costituisce un pericolo anche per l’aumento  della concorrenza sleale da altri Stati il cui prodotto è più scadente e per il proliferare di “falsi” esportati come made in Italy. 

Ho chiesto immediati interventi al Presidente del Consiglio e ai Ministri per le politiche agricole, affari europei, affari regionali e dell’economia per  attivare al piu’ presto forme di sostegno ai settori piu’ duramente colpiti dalla politica americana dei dazi.

Considerato che la lista con i prodotti sottoposti a tariffe speciali non è cristallizzata e quindi  potrebbero variare è urgente che  il Governo si faccia promotore, presso le competenti sedi dell'Unione europea, affinché venga attivato un tavolo negoziale con le autorità statunitensi per analizzare la situazione sui dazi nei vari settori produttivi del comparto agroalimentare e per trovare un punto di incontro che vada a beneficio di tutti, e in particolare dei produttori agroalimentari italiani con peculiare  riferimento agli agrumi di Sicilia tanto amati e conosciuti anche all’estero.

Ho inoltre chiesto  di agire in  sede europea per creare strumenti adeguati come un fondo di compensazione per ristorare dei danni subiti  dall' introduzione dei dazi gli imprenditori agroalimentari  che subiranno gravi danni.

Parla con me

Nome e cognome(*)
Inserire nome e cognome

La tua email(*)
Inserire email

Oggetto(*)
Inserire l'oggetto della richiesta

Messaggio(*)
Inserire un messaggio

ReCaptcha
Verifica antispam obbligatoria

Presa visione dell'informativa sulla privacy, in merito al trattamento dei dati personali, consultabile a questo link:
Presa visione dell'informativa sulla privacy, in merito al trattamento dei dati personali, consultabile a questo link:
relativamente al punto 1.1 (Obbligatorio)(*)
E' obbligatorio prestare il consenso per inviare il messaggio

relativamente al punto 1.2 (Non obbligatorio)
Valore non valido