Venerdì, 14 Giugno 2019 - 11:17

Bollette elettriche; c’è il rischio di un rincaro sostanzioso. Il Governo intervenga

Un’interrogazione al Presidente del Consiglio e ai Ministri dell’Economia e dello Sviluppo Economico per chiedere se il Governo è al corrente della spada di Damocle che nei prossimi mesi potrebbe abbattersi sulle famiglie italiane.

C’è il serio rischio, infatti, di un rincaro abbastanza sostanzioso delle bollette della luce e del gas che si tradurrebbe in un’altra mazzata per le famiglie italiane, figlia della voglia della politica di frenare, per motivi di consenso, i rincari del chilowattora indotti dagli andamenti di mercato.

L’allarme è lanciato dall’autorità dell’energia Arera che, come spiega un articolo del “Il Sole 24 Ore”, ha dovuto delineare un percorso per recuperare le sforbiciate tariffarie volute dal Governo. Nell’ultimo anno le bollette degli italiani hanno goduto del blocco dell’aumento che doveva essere del 12,5%, riducendolo al 6,5%, con l’impegno di un recupero a carico dei clienti in futuro. Rincaro tagliato di nuovo a settembre del 2018 rinviando, così, di un ulteriore trimestre il rialzo necessario degli oneri.

Questi soldi dovranno comunque essere recuperati in futuro sulle bollette dei consumatori; si stima che gli italiani abbiamo già maturato un aumento delle bollette elettriche che si aggira attorno al miliardo. E’ una situazione che il Governo deve necessariamente affrontare intervenendo su un eventuale aumento considerevole delle bollette di elettricità e di gas che avrebbero, se implementate, gravi effetti negativi su cittadini ed imprese.

Parla con me

Nome e cognome(*)
Inserire nome e cognome

La tua email(*)
Inserire email

Oggetto(*)
Inserire l'oggetto della richiesta

Messaggio(*)
Inserire un messaggio

ReCaptcha
Verifica antispam obbligatoria

Presa visione dell'informativa sulla privacy, in merito al trattamento dei dati personali, consultabile a questo link:
Presa visione dell'informativa sulla privacy, in merito al trattamento dei dati personali, consultabile a questo link:
relativamente al punto 1.1 (Obbligatorio)(*)
E' obbligatorio prestare il consenso per inviare il messaggio

relativamente al punto 1.2 (Non obbligatorio)
Valore non valido